Global

‡ In these countries please contact our distributor

VERSAJET II

Sistema idrochirurgico

Caratteristiche del prodotto

VERSAJET II è il sistema di debridement idrochirurgico di ultima generazione che permette di rimuovere il tessuto necrotico, i batteri e i contaminanti da ferite croniche, ustioni e altre lesioni, preservando i tessuti sani.1,2,3
 
Grazie alla tecnologia avanzata dell’idrobisturi, VERSAJET II lascia il letto di ferita pulito e uniforme mentre rispetta i tessuti sani, contribuendo così a ridurre il tempo necessario per la guarigione delle ferite e il costo globale del trattamento.1,3,6

Versajet II

 

Migliora i risultati clinici

  • Riduce la carica batterica6
  • Preserva il tessuto vitale 1,2,3
  • Rimuove tessuto necrotico e detriti superflui1,2,3
  • Migliora I risultati degli innesti e dei sostituti cutanei3,7
  • Efficace anche su aree complesse3,4,5
  • Minimizza il danno al tessuto perilesionale1,2,3

 

Riduce il costo delle ferite

  • Riduce il numero di interventi di debridement 1,9
  • Riduce il tempo di guarigione rispetto ai metodi tradizionali 9
  • Riduce il tempo in sala operatoria 6,8
  • Riduce la necessità di ripetere la procedura 1,9
  • Minimizza la contaminazione crociata 5,11
  • Riduce il costo complessivo del trattamento 1


versajet


Scarica la brochure

 

Codice Descrizione  Pezzi per confezione
66800039 Console operativa 1
66800040 Manipolo Exact 15°/14 1
66800041 Manipolo Exact 45°/14 mm 1
66800042 Manipolo Exact 45°/8 mm 1
66800043 Manipolo Plus 15°/14 mm 1
66800044 Manipolo Plus 45°/14 mm 1
66800045 Manipolo Plus 45°/8 mm 1

 

 

Tecnologia

VERSAJET II utilizza un getto di soluzione ad alta pressione per ottimizzare il debridement chirurgico. Il getto laminare ad alta velocità passa attraverso la finestra operativa ed entra nel collettore di scarico, creando un vuoto localizzato (effetto Venturi) che isola e stacca il tessuto necrotico e ne aspira i detriti dal letto di ferita.1-3,12 

Il movimento tangenziale del manipolo lungo il letto di ferita permette alla sottilissima lama d’acqua di rimuovere rapidamente il tessuto necrotico, i batteri e il debris, lasciando il letto di ferita pulito e uniforme e risparmiando il tessuto vitale intorno.1-3,6,12 

 

  • Agisce selettivamente sul tessuto necrotico e il debris utilizzando il vuoto Localizzato 1-3,12
  • Rimuove il tessuto non vitale con la massima precisione 1-3,12
  • Aspira il debris e lo slough mentre preserva il tessuto sano 1-3,12  

 

Guarda la tecnologia VERSAJET II in azione

 

FAQ

Cosa segnalano le spie luminose?
Ci sono tre spie luminose sul fronte del dispositivo:
1. Connessione Manipolo: cerchio luminoso verde che si accende quando il manipolo è correttamente connesso alla console.
2. Connessione del pedale: se accesa, segnala che il pedale non è correttamente connesso alla console.
3. Errore: se accesa, la spia luminosa rossa indica un errore di sistema. Provare a spegnere e riaccendere il sistema. Se la spia persiste, contattare il fornitore.

Cosa succede se la sacca con la soluzione salina si svuota?
Una volta effettuato il priming del sistema con la soluzione salina, evitare che la sacca rimanga vuota, perché questo permetterebbe all’aria di entrare nel sistema riducendone l’efficacia. Sostituire sempre con una nuova sacca di soluzione salina prima che quella in uso rimanga vuota. Se l’aria entra nel sistema, settare la pompa del fluido alla massima potenza finché tutta l’aria nel sistema viene espulsa.

Cosa succede se la punta del manipolo si ostruisce?
Allontanare il manipolo dalla ferita. Fermare il flusso laminare rilasciando il pedale. Rimuovere l’ostruzione con una pinzetta avendo cura di non toccare l’apertura del canale ad alta pressione. Una volta rimosso, premere sul pedale per far ripartire il getto e verificare che il flusso sia tornato laminare. Ripetere l’operazione se necessario.

VERSAJET II è analogo al lavaggio pulsato?
No, VERSAJET II funziona in modo nettamente diverso dal lavaggio pulsato. Il lavaggio pulsato nebulizza soluzione salina direttamente nella ferita e sui debris.  Diversamente, VERSAJET II opera un vero e proprio debridement della ferita, senza rilasciare soluzione salina sulla ferita. Con VERSAJET II un flusso laminare controllato di soluzione salina sterile fluisce parallelamente alla ferita creando un vuoto localizzato che permette al chirurgo di asportare e rimuovere tessuto necrotico e debris .

VERSAJET II può tagliare arterie o nervi?
VERSAJET II è uno strumento di debridement e a potenze elevate è in grado di tagliare i tessuti molli. Il sistema va utilizzato con la massima attenzione intorno alle strutture delicate e si deve iniziare con potenze basse.

VERSAJET II può tagliare il tessuto osseo?
VERSAJET II non è indicato per tagliare il tessuto osseo. Tuttavia, se utilizzato a potenza elevata, VERSAJET II può rimuovere detriti di piccoli frammenti ossei o di tessuto osseo malato danneggiato e quindi meno resistente.

VERSAJET II può rimuovere il cemento osseo?
VERSAJET II non è indicato come strumento per la rimozione del cemento osseo e non è progettato per rimuovere strati di cemento né sue porzioni. Tuttavia, VERSAJET II può rimuovere piccole particelle di cemento dai tessuti molli e dalle cavità articolari.

VERSAJET II può avere un effetto cauterizzante?
VERSAJET II non ha effetto cauterizzante, ma tende a minimizzare il sanguinamento grazie alla capacità di effettuare un debridement molto selettivo, fino al limite del tessuto vitale, evitando quindi un sanguinamento abbondante.

Evidenze

Articoli

Toward a common language; surgical wound bed preparation and debridement. Granick MS et al, Wound Repair & Regeneration, 2006, 14, S1-S10.

Immediate skin grafting of sub-acute and chronic wounds debrided by hydrosurgery. Vanwijck R et al, J Plast Reconstr Aesthet Surg. 2010 Mar;63(3):544-9.
 
Poster

The impact of hydrosurgical debridement on wounds containing bacterial biofilms. Nick Allan, Merle Olson, Dennis Nagel and Robin Martin. Innovotech Inc., Edmonton, Canada; Innovotech Animal Resource Centre, Crossfield, Canada; Smith & Nephew Medical Ltd, Hull, UK

The clinical advantage of VERSAJET¤ in the limb salvage of diabetic patients following minor amputation  Luca Dalla Paola, Enrico Brocco, Antonella Senesi, Daniele De Vido, Maurizio Merico, Sasa Ninkovic  Diabetic Foot Department - Foot & Ankle Clinic Abano Terme Hospital, Padua Italy

A prospective randomized study evaluation the time efficiency of the VERSAJET◊ Hydrosurgery System and traditional wound debridement Jody McAleer, Eric Kaplan, Gianni Persich, Wayne Axman  Department of Orthopaedics - Division of Podiatric Surgery, Mount Sinai School of Medicine, Mount Sinai Hospital of Queens, Astoria NY, USA

Retrospective evaluation of the VERSAJET◊ Hydrosurgery System as a debridement instrument  Mark Granick, John Posnett. University of Medicine and Dentistry of New Jersey, Newark, NJ, USA; Smith and Nephew Wound Management, Hull, UK

VERSAJET◊ usage algorithms  Jeffrey Nelson. St. Mary's Burn Centre, Tucson, AZ USA

Combined use of ACTICOAT™ and VERSAJET™ for the Management and Debridement of a Full-thickness Flame Burn to the Right Hand. Shaher Khan, M.D. Burn Fellow, Philip Fidler M.D., John T. Schulz M.D., PhD., Nabil Atweh M.D.; Andrew J. Panettieri Burn Center, Bridgeport Hospital, CT, Yale University-Department of Surgery.

Utilizzo del Sistema Versajet nel trattamento chirurgico di ferite in aree di difficile accesso: esperienze preliminari. C. Magnoni, F. Neri, MC Gagliano. Clinica Dermatologica, Università di Modena e Reggio Emilia and Struttura Complessa di Chirurgia della Mano, Policlinico di Modena.

Use of VERSAJET™ in trauma and orthopaedics: Our institutional experience. Peter V. Giannoudis and David A. MacDonald. Department of Trauma & Orthopaedics, St James’s University Hospital, School of Medicine, University of Leeds, UK

Debridement of a complex wound of necrotizing fasciitis of the perineum, buttocks and posterior thigh using the VERSAJET™ Hydrosurgery System.  Joseph V. Boykin, Jr. M.D., F.A.C.S. Medical Director HCA Retreat Hospital Wound Healing Center Clinical Associate Professor, Plastic Surgery Virginia Commonwealth University Medical Center, Richmond, Virginia USA

Debridement of chronic leg ulcers by means of a new fluidjet based device. G Mosti, V. Mattaliano, ML Iabichella, A. Magliaro, P. Picerni Angiology and Cardiology Department, Clinica Barbantini, Lucca, Italy

 


 

Referenze

1. Granick MS et al, "Efficacy and cost-effectiveness of a high-powered parallel waterjet for wound debridement", Wound Repair & Regeneration, 2006, 14, 394-397.

2. Granick MS et al, "Toward a common language; surgical wound bed preparation and debridement", Wound Repair & Regeneration, 2006, 14, S1-S10.

3. Cubison CS et al, "Dermal preservation using the VERSAJET◊ Hydrosurgery System for debridement of pediatric burns", Burns, 2006, 32, 714-720.

4. Klein MB et al, " The VERSAJET◊ Water Dissector: A new tool for tangential excision", Journal of Burn Care & Rehabilitation 2005, 26, 483-487.

5. Rennekampff HO et al, "Debridement of burn wounds with a water jet surgical tool", Burns, 2006, 32, 64-69.

6. Mosti G et al, "The Debridement of Chronic Leg Ulcers by Means of a New, Fluidjet - Based Device", Wounds, 2006, 18, 227-237.

7. McCardle JE, "VERSAJET◊ hydroscalpel: treatment of diabetic foot ulceration", British Journal of Nursing, 2006, 15, Tissue Viability Supplement.

8. McAleer, JP et al, "A Prospective Randomized Study Evaluating the Time Efficiency of the VERSAJET◊ Hydrosurgery System and Traditional Wound Debridement", 2005, Presented at ACFAS Conference. Data on File.

9. Paolo DL et al, "The use of VERSAJET◊ in the limb salvage following failure of minor amputation in diabetic foot", 2005, AIUC Meeting. Data on File.

10. Boyd JI, "High-Pressure Pulsatile Lavage Causes Soft Tissue Damage", Clinical Orthopaedics and Related Research, 2004, 427, 13-17.

11. Smith J, Minimal bacterial transfer during and following hydrosurgical debridement, poster presented at SAWC Florida 2010

12. Vanwijck R, Kaba L, Boland S, Gonzales y Azero M, Delange A, Tourbach S, Immediate skin grafting of sub-acute and chronic wounds debrided by hydrosurgery. J Plast Reconstr Aesthet Surg. 2010;63:544-549