Global

‡ In these countries please contact our distributor

R3

Sistema acetabolare

Sistema acetabolare R3

Informazione prodotto

R3 Informazione prodotto

Il sistema acetabolare R3 in combinazione con la nostra gamma di steli per protesi d'anca offre un sistema avanzato per la sostituzione dell'anca con: 

  • Ampia gamma di opzioni avanzate di teste femorali
  • Eccellente stabilità primaria
  • Strumentario flessibile 
  • Ottimi risultati in difficili casi di revisione e dislocazione

 

Caratteristiche di progettazione di R3:

  • Maggiore range di movimento
  • Meccanismo di bloccaggio avanzato
  • Consente l'utilizzo di inserti in XLPE e in ceramita BioloxTM Delta
  • Opzioni di teste femorali in lega OXINIUM, CoCr, and BioloxTM Delta
  • Un set di strumenti facile da utilizzare

 

Nuovi prodotti della gamma R3:

Cotili multiforo con inserti retentivi e teste femorali di grande diametro.

Le nostre coppe acetabolari R3 sono state progettate per adattarsi facilmente alle soluzioni che prevedono più teste femorali e per rispondere alle esigenze dei chirurghi.  Le soluzioni R3 utilizzano il rivestimento poroso STIKTITE progettato per migliorare il fissaggio e favorire la crescita ossea. La coppa adattabile a più misure di teste femorali, oltre a garantire la massima flessibilità, rappresenta la soluzione migliore per ridurre l'usura, con conseguente diminuzione degli interventi chirurgici di revisione. Gli inserti possono alloggiare teste femorali di grande diametro e garantiscono al sistema R3 un più ambio range di movimento. Il sisterma acetabolare R3 fornisce un unico set di strumentario per tutte le tipologie di teste ed inserti acetabolari: un modo nuovo di pensare.


Opzioni degli inserti: XLPE e ceramica BioloxTM Delta 

Opzioni delle teste femorali: OXINIUM, CoCr e BioloxTM Delta

Design e tecnologia

Design e tecnologia di R3 

Coppa acetabolare
La coppa acetabolare R3 è stata progettata con un rivestimento poroso appositamente studiato per migliorare il fissaggio e favorire la crescita ossea. La coppa per più teste femorali, oltre a garantire la massima flessibilità per il chirurgo, rappresenta la soluzione migliore per ridurre l'usura. 

Opzioni degli inserti
XLPE e ceramita BioloxTM Delta

Vedi la tabella Opzioni inserti R3



Il maggiore range di movimento è la caratteristica di punta del design del sistema acetabolare R3. Il vero motore della rivoluzione nel movimento è stato il nostro impegno a creare una sinergia tra geometria del collo e inserto, garantendo i massimi rapporti testa/cotile (dimensione testa 36 mm - dimensione cotile 52 mm).

Teste femorali
OXINIUM, CoCr e BioloxTM Delta

Accopiamento rivoluzionario

Il sistema R3 con lega OXINIUM rappresenta un'opzione di testa femorale avanzata. OXINIUM è una lega di zirconio ossidato (97,5% zirconio e 2,5% niobio) con una superficie ceramizzata che combina caratteristiche di usura comparabili a quelle della ceramica alla resistenza del metallo. Si ottengono così tutti i benefici della ceramica e della tecnologia delle teste femorali in metallo. L'accoppiamento della lega di OXINIUM e del polietilene cross-linkato (XLPE) per gli inserti è alla base della nostra tecnologia brevettata VERILAST.

Per saperne di più sulla tecnologia VERILAST


Meccanismo di bloccaggio rivoluzionario 
Il meccanismo di bloccaggio unico nel suo genere del sistema acetabolare R3 consente di riposizionare l'inserto senza compromettere la stabilità.

Questa caratteristica rende possibili le regolazioni intraoperatorie per ottenere un posizionamento ottimale dell'inserto. Inoltre, il meccanismo di bloccaggio dell'inserto non influisce sullo spessore del polietilene. Ciò consente comunque l'utilizzo di un inserto in polietilene cross-linkato di almeno 5 mm, in modo da garantire uno spessore superiore all'apice e nelle aree di carico.


Una storia rivoluzionaria 
I componenti acetabolari REFLECTION vantano una storia di successi nel campo dell'innovazione e del perfezionamento che rappresentano la base di partenza dell'attuale sistema acetabolare R3.

La superficie interna del cotile lucidata ha contribuito in modo significativo al successo di questo sistema. Il sistema acetabolare R3 continua la tradizione, contribuendo a ridurre l'usura sulla parte posteriore dell'inserto grazie alla controsuperficie lucidata e nel design perfezionato della coppa.

Nota: i componenti acetabolari REFLECTION vantano una storia di successi nel campo dell'innovazione e del perfezionamento. Il sistema acetabolare R3 continua la tradizione e vanta caratteristiche fondamentali quali la superficie interna del cotile lucidata e la capacità di riposizionare gli inserti.

Scopri di più sulle caratteristiche del Sistema acetabolare R3

Indicazioni

Indicazioni per R3 

Sostituzione totale d'anca primaria e casi di revisione delle protesi d'anca.

I componenti per anca sono indicati per i pazienti che si sottopongono a intervento chirurgico primario e di revisione, dove altri trattamenti o sistemi si siano rivelati inefficaci nella riabilitazione di un'anca danneggiata a seguito di trauma, malattia articolare degenerativa non infiammatoria (NIDJD) o altra patologia ad essa legata:

  • Osteoartrite
  • Necrosi avascolare
  • Artrite reumatoide
  • Scivolamento dell'epifisi femorale capitale
  • Fusione dell'anca
  • Frattura del bacino e variante diastrofica

I componenti per PTA sono anche indicati nelle malattie articolari degenerative infiammatorie quali:

  • Artrite reumatoide
  • Artrite secondaria a diverse patologie e anomalie oltre a displasia congenita
  • Trattamenti di mancati consolidamenti
  • Frattura del collo femorale
  • Fratture trocanteriche del femore prossimale con coinvolgimento della testa, non ricomponibili con altre tecniche
  • Endoprotesi, osteotomia femorale
  • Resezione di Girdlestone
  • Frattura-dislocazione dell'anca
  • Correzioni di deformità

Domande frequenti

Domande frequesti su R3 

Perchè è stato sviluppato il sistema R3?
Il sistema R3 è stato progettato per rispondere alle esigenze attuali dei pazienti; abbiamo messo a punto un sistema flessibile in grado di adattare ogni singolo impianto alle esigenze di ogni singolo paziente. Il sistema R3 è stato pensato per adattarsi alle esigenze future; per questo motivo è dotato di un cotile universale che si adatta a tutte le tribologie ed alle opzioni di fissaggio del futuro.

In che modo l'inserto in polietilene differisce dal sistema REFLECTION?
I cotili R3 sono dotati di un cono per l’alloggiamento degli inserti in ceramica. A causa delle difficoltà che i tessuti molli e gli osteofiti possono presentare, il sistema di bloccaggio del  polietilene è stato medializzato all'interno del cotile. La presenza di 12 grandi linguette sull'inserto in polietilene, forniscono stabilità rotazionale. Ciò consente il riposizionamento dell'inserto nel cotile.

E' difficile posizionare l'inserto in polietilene? 
Il posizionamento dell'inserto in polietilene necessita di una forza di impattamento di 60 – 120 libbre (27-54 kg), che può variare in base alle dimensioni del cotile. Si tratta della metà della forza richiesta per il sistema REFLECTION.¹

Se l'inserto in polietilene viene inserito facilmente, tenderà a uscire dall'alloggiamento altrettanto facilmente? 
I valori della forza di espulsione dell'inserto in polietilene sono compresi tra 200-270 lbf (90,7-122,4 kgf) in base alle dimensioni del cotile¹ a differenza del sistema REFLECTION per il quale tale valore è pari a 80 lbf (36,2 kgf).

Cosa sono le scanalature all'interno del cotile? 
Ci sono tre scanalature all'interno del cotile R3. Le due presenti sotto il cono sono il meccanismo di bloccaggio per l’inserto in XLPE. Quella presente all'interno delle linguette anti-rotazione fa parte del meccanismo di bloccaggio per gli inserti retentivi.

Come posso essere sicuro che l'inserto sia stato posizionato correttamente? 
Tutti gli inserti sono a filo con il bordo del cotile se correttamente posizionate (ad eccezione degli inserti lateralizzanti). Ciò può essere verificato visivamente o passando un dito sulla circonferenza del cotile.

Che cosa è il nuovo rivestimento poroso e in cosa differisce da RoughCoat™? 
I cotili R3 sono dotati di un rivestimento poroso in STIKTITE. Il rivestimento in STIKTITE è costituito da particelle in titanio sinterizzate asimmetriche a differenza del sistema REFLECTION che utilizza semi sinterizzati di forma uniforme. Ciò produce una sensazione di maggiore attrito durante l'impianto. Il rivestimento in STIKTITE utilizza lo stesso processo di sinterizzazione di RoughCoat, non si tratta di una applicazione spray come il plasma spray.

Quali misure e tipi di cotili sono disponibili? 
Il sistema R3 prevede le opzioni SENZA FORO, TRE FORI e MULTIFORO. Le dimensioni dei cotili sono comprese tra 40 e 68 mm per l'opzione standard. Per il sistema R3 sono previsti cotili di dimensioni fino 80 mm con l'opzione MULTIFORO.

 

Bibliografia 

1. Lopez-Heredia MA, et al, Bone growth in rapid prototyped porous titanium implants, Journal of Biomedical Materials, Part A, pp. 664-673, 2007.

2. Heiner AD, Brown TD. Frictional coefficients of a new bone ingrowth structure. Poster no. 1623 presented at: Orthopaedic Research Society Annual Meeting; Feb 11-14, 2007; San Diego, CA.

3. Bourne, RB, McCalden, RW, Naude, D, Cherron, KDJ, Yuan, X, Holdsworth, DW. The next generation of acetabular shell design and bearing surfaces. Supplement to Orthopaedics Innovation in Total Hip Arthroplasty, pp. 92-96, December 2008.

4. Berry DJ, von Knoch M, Schleck CD, Harmsen WS. Effect of femoral head diameter and operative approach on risk of dislocation after primary total hip arthroplasty. J Bone Joint Surg Am. 2005 Nov; 87(11):2456–2463.

5. Barrack RL, Butler RA, Laster DR, Andrews P. Stem design and dislocation after revision total hip arthroplasty: clinical results and computer modeling. J Arthroplasty. 2001 Dec; 16(8 Suppl 1):8–12.

6. Barrack RL. Dislocation after total hip arthroplasty: implant design and orientation. J Am Acad Orthop Surg. 2003 Mar-Apr; 11(2):89–99.

7. Barrack RL, Lavernia C, Ries M, Thornberry R, Tozakoglou E. Virtual reality computer animation of the effect of component position and design on stability after total hip arthroplasty. Orthop Clin North Am. 2001 Oct; 32(4):569–577, vii.

8. Bourne R. Randomized controlled trial to compare acetabular component fixation of two porous ingrowth surfaces using RSA analysis. London, Ontario, Canada: London Health Science Center. 2007. Internal report on file at Smith & Nephew, Memphis, TN.

9. Internal Smith & Nephew testing on file.

10. Padgett DE, Miller AN, Su EP, Bostrom MPG, Nestor BJ. Ceramic liner malseating in total hip arthroplasty. Poster PO97 at American Academy of Orthopaedic Surgeons; Feb 14–18, 2007; San Diego, CA.

11. Langdown AJ, Pickard RJ, Hobbs CM, Clarke HJ, Dalton DJ, Grover ML. Incomplete seating of the liner with the Trident acetabular system: a cause for concern? J Bone Joint Surg Br. 2007 Mar; 89(3):291–295.

Education and Evidence

Education and Evidence

è il sito educazionale di Smith & Nephew. 
Il sito dà accesso a innumerevoli risorse educative quali presentazioni, video didattici e letteratura.

Per saperne di più

Cliccare qui per registrarsi