Global

‡ In these countries please contact our distributor

ACTICOAT

Barriera antimicrobica con nanocristalli d'argento

Informazioni sui prodotti

Acticoat Antimicrobial Barrier Dressing logo

Acticoat

Acticoat* con Nanocristalli SILCRYST TM è una medicazione barriera antimicrobica all'argento peculiare, che offre un'azione microbicida più rapida, garantisce una permanenza in sede prolungata e una maggiore semplicità di impiego rispetto alle comuni creme contenenti sulfadiazina d'argento (SSD) o altre medicazioni all'argento.

per saperne di più >


Acticoat 7 Antimicrobial Barrier Dressing

Acticoat 7

Acticoat* 7 con Nanocristalli SILCRYST TM è una medicazione barriera antimicrobica all'argento ad azione prolungata, che offre una rapida azione battericida, garantisce una permanenza in sede prolungata e una maggiore semplicità di impiego rispetto alle altre medicazioni all'argento. Acticoat 7 è una barriera batterica molto versatile, che garantisce una permanenza in sede fino a 7 giorni e una maggiore convenienza rispetto alle altre medicazioni. .

per saperne di più >


Acticoat Flex lock-up

ActicoatFlex

Acticoat* Flex è il nuovo formato della medicazione all'Argento Nanocristallino ACTICOAT, pensata come interfaccia altamente conformabile tra la ferita infetta e una medicazione secondaria.

Il nuovo supporto in maglia di poliestere è progettato per offrire la massima maneggevolezza al medico e il più alto comfort al paziente. Sempre con la sicurezza antimicrobica ACTICOAT.

per saperne di più >


Acticoat Absorbent

Acticoat Absorbent

Acticoat Absorbent con Nanocristalli SILCRYST TM combina i benefici antimicrobici di Acticoat con l'elevata capacità di assorbimento dell'alginato, garantendo un microambiente ottimale, un'elevata assorbenza ed il potere antimicrobico dell'argento sia nella medicazione sia sul letto di ferita.

Informazioni dettagliate sul prodotto >


Acticoat Moisture Control

Acticoat Moisture Control

Acticoat Moisture Control con Nanocristalli d'argento SILCRYST TM associa tutti i benefici delle proprietà antimicrobiche di Acticoat con una schiuma di poliuretano assorbente, per produrre un ambiente umido sulla lesione, una gestione ottimale dei fluidi ed il potere antimicrobico dell'argento rilasciato sul letto della ferita.

Informazioni dettagliate sul prodotto >

Tecnologia

ll punto sull'argento...

L'argento è efficace:

  • è usato da secoli per prevenire e trattare le infezioni
  • fornisce una potente azione antimicrobica e battericida
  • è usato comunemente come agente antimicrobico topico

L'argento, per essere efficace, deve essere essere disponibile a concentrazioni superiori alla MIC e preferibilmente anche superiori alla MBC.

MIC = Concentrazione minima inibente
MBC= Concentrazione minima battericida

Microrganismi patogeni  

MIC (µg/ml)

Staphylococcus aureus  

12.5

Staphylococcus epidermidis  

10.0

Eschericia coli  

7.5

Klebsiella pneumoniae  

5.0

Pseudomonas aeruginosa  

7.5

Yin et al, J Burn Care and Rehabil.1999;20:195-2001

µg/ml = ppm

Tutto l'argento attivo è sotto forma di ioni...

Tutti i prodotti contenenti argento biologicamente attivi rilasciano argento sottoforma di ioni (Ag+). L'argento ionico deve essere in soluzione per essere biologicamente attivo ed in grado di avere un'azione antimicrobica.

L'argento nanocristallino...  

  • I nanocristalli SILCRYST TM rappresentano la tecnologia brevettata usata per Acticoat. I nanocristalli SILCRYST TM sono composti da argento nanocristallino.
  • L'argento nanocristallino è una tecnologia rivoluzionaria che offre una nuova classe di barriera protettiva antimicrobica all'argento.
  • I nanocristalli di argento rilasciano ioni di argento più rapidamente dell'argento in forma elementare.
  • I nanocristalli di argento hanno una maggiore attività antimicrobica.

Caratteristiche dei nanocristalli di argento...

- La minore dimensione delle particelle di nanocristalli offre una più ampia superficie per l'attività di scambio, garantendo così una maggiore reattività.

 

- Si ritiene che la struttura dei nanocristalli sia responsabile dell'azione più rapida e di lunga durata dell'argento

Argento normale - Argento nanocristallino

Ingrandimento di argento in forma elementare e ingrandimento di nanocristalli d'argento

 

particelle più piccole = aumentata area superficiale = aumentata solubilità e attività biologica

 

Meccanismo di azione dei nanocristalli di argento...

L'argento nanocristallino è l'artefice dell'attività antimicrobica di Acticoat. Quando la medicazione viene inumidita con acqua sterile o con l'essudato della ferita, si attiva il rilascio di ioni di argento in soluzione. Questi esplicano la loro attività antimicrobica sia nella medicazione che nel letto di ferita, grazie a tre meccanismi:

  • Danno degli enzimi respiratori
  • Inibizione della sintesi proteica
  • Inibizione della replicazione del DNA batterico

Per ottenere un rilascio continuo di argento è necessario mantenere l'ambiente umido


Riferimenti bibliografici >

TM SILCRYST è un marchio della NUCRYST Pharmaceuticals Corp, usato su licenza

FAQs

La barriera antimicrobica di Acticoat è efficace contro i microrganismi resistenti quali lo stafilococco aureo meticillino resistente (MRSA) o l'enterococcus vancomicino resistente (VRE)?

Acticoat con Nanocristalli Silcryst TM ha dimostrato in vitro di essere efficace contro più di 150 patogeni inclusi microrganismi resistenti, quali MSRA eVRE.

Staphylococcus aureus (anche Methicillin Resistant Staphylococcus aureus o MRSA)
Enterococcus faecium (anche Vancomycin Resistant Enterococcus o VRE)
Enterococcus fecalis
Burkholderia cepacia
Alcaligenes sp.
Pseudomonas aeruginosa
Klebsiella pneumoniae
Pseudomonas sp.
Acinetobacter sp.
Citrobacter koseri

La barriera antimicrobica Acticoat è compatibile con le diverse tipologie di detergenti ?

Tradizionalmente per la detersione delle lesioni sono impiegate diverse sostanze. Se queste non contengono sostanze in base grassa o non lasciano residui sulla lesione, allora possono essere impiegate in associazione con Acticoat per la detersione della lesione.

Cosa è necessario fare se al momento del ricovero il paziente ha altre medicazioni applicate o è stato trattato con altri antimicrobici?

Si raccomanda di rimuovere tutti i residui delle precedenti applicazioni, a meno che sia stata dimostrata la loro compatibilità con Acticoat.

Si possono sovrapporre più medicazioni Acticoat ?

Sì, Acticoat può essere sovrapposto senza alcuna preoccupazione.

Acticoat può essere usato su pazienti che effettueranno esame di risonanza magnetica?

Acticoat non è compatibile con i sistemi di risonanza magnetica nucleare.

Perché non può essere usata la soluzione salina per inumidire Acticoat?

La soluzione salina contiene cloruro di sodio, soffo forma di Na + e Cl -. Se ioni cloruro e argento vengono in contatto, si ha la formazione di un sale bianco di cloruro di argento:

Ag + + Cl - = AgCl

Il cloruro di argento solido ridurrà notevolmente la possibilità di Acticoat di rilasciare ioni argento in modo prolungato. Le piccole quantità di cloruro di sodio fisiologicamente presenti nel letto di ferita, non saranno comunque sufficienti a rilasciare tanti ioni cloruro da inattivare tutti gli ioni argento di Acticoat.

Che cosa significa nanocristalli e perchè le loro dimensioni sono così importanti?

Nanocristallino, come l'argento nanocristallino di Acticoat, è un aggettivo riferito alle dimensioni dei cristalli. Nano significa piccolo, molto, molto piccolo. Durante il processo di fabbricazione, l'argento viene depositato su Acticoat mediante un processo unico e brevettato che riveste la medicazione di agglomerati piccolissimi di argento elementare. Questi piccoli agglomerati sono estremamente porosi e grazie a questa loro caratteristica si aumenta notevolmente l'area della superficie da cui può originare la ionizzazione e la dissoluzione dell'argento presente.

Perchè è tanto importante il concetto di parti per milione (ppm)?

ppm significa "parti per milione" ed è una misura della concentrazione (ppm è come dire milligrammi per litro). Per una sostanza con potere battericida, cioè l'argento ionico, la concentrazione è importante perché per uccidere i microbi, l'argento deve essere presente in quantità adeguata. Nei fluidi biologici complessi, come può essere l'essudato, per svolgere attività battericida, l'argento ionico deve essere presente in concentrazioni di almeno 20 ppm o superiore. I prodotti che rilasciano quantitativi di ioni di argento superiori ai 20 ppm sono agenti antimicrobici ad elevata efficacia. La concentrazione di argento ionico rilasciato da Acticoat è 70-100 ppm.

I prodotti batteriostatici all'argento come possono indurre resistenza?

Lo sviluppo di resistenze ai prodotti all'argento (sia con attività batteriostatica che battericida) è un'evenienza rarissima. Con particolare riguardo agli agenti antimicrobici che non hanno azione battericida, si dà al microrganismo la possibilità di mutare e, potenzialmente, di sviluppare resistenza. Uno dei vantaggi di Acticoat è di garantire un'azione battericida rapidissima (in appena 30 minuti dall'applicazione), in modo da impedire qualunque sviluppo di resistenza.

Parlando di riduzione della carica batterica, qual è la differenza tra riduzione espressa in logaritmi (log) e in percentuale (%) ?

Il logaritmo è l'unità di misura comunemente usata dai microbiologi in laboratorio nelle curve di sopravvivenza. Smith & Nephew usa il logaritmo come unità di misura per esprimere la riduzione delle unità formanti colonia (UFC) in una ferita. Questa unità di misura viene rappresentata sull'asse Y dei grafici utilizzati nei mezzi promozionali di Acticoat, mentre sull'asse X è indicato il tempo. Ad esempio, diciamo che una lesione ha una carica batterica iniziale di log 7 UFC, equivalente a 107 unità formanti colonie, o 10,000,000 (1 con 7 zeri) unità formanti colonie. Acticoat ucciderà i batteri in meno di 30 minuti dall'applicazione. Graficamente ciò si può visualizzare mediante una curva logaritmica che scende da un iniziale log 7 UFC ad un Log 0 UFC in 30 minuti. Per altre medicazioni con argento viene spesso usata la riduzione percentuale (%) e non il logaritmo (log) di riduzione, per definirne le prestazioni. Se diciamo che l'uso di queste medicazioni riduce la concentrazione di UFC del 90% e si guarda alla tabella di conversione, una riduzione del 90% della concentrazione di UFC equivale a 1 sola unità logaritmica, cioè log 1. Questo significa che la concentrazione di UFC decresce da 107 a 106, è come dire che essa è passata da 10,000,000 a 1,000,000. Questo significa che non tutti i microbi sono stati uccisi, anzi restano ancora 1,000,000 di unità formanti colonie.

Acticoat 7 può essere usato sotto Profore*, nonostante la lesione sia infetta?

Se la lesione mostra segni clinici di infezione (eritema del tessuto perilesionale, ipertermia, fragilità, edema/cute ispessita, febbre), l'uso di Acticoat 7 o Profore non sono raccomandati. È generalmente accettato che l'infezione debba essere trattata prima e finchè siano presenti segni e sintomi estesi al tessuto perilesionale, è inoltre indicata una terapia antibiotica sistemica. Le ulcere venose sono quasi sempre contaminate ed i segni e sintomi sono di solito confinati entro i margini della lesione, ad esempio incremento dell'essudato, tessuto di granulazione friabile, arresto del processo di guarigione, mancanza di tessuto di granulazione. In questi casi, Acticoat 7 può essere usato sotto Profore purchè la lesione venga valutata e monitorata ad intervalli regolari.

Perché dopo l'applicazione di Acticoat a volte compare sulla lesione un sottile film traslucido?

A volte, dopo l'applicazione di Acticoat (di solito in terza giornata), compare sul letto della ferita un sottile film gelatinoso. Questo film è definito come un coagulo benigno ed è considerato normale. Clinicamente non è dannoso e se la ferita e la medicazione vengono mantenute umide, sembra essere riassorbito dalla lesione o dalla medicazione intorno alla 4-5 giornata. Questo coagulo benigno può persistere anche in ambiente asciutto. In generale, il film non necessita di rimozione o di lavaggio ad ogni cambio della medicazione. La composizione di questo coagulo è un insieme di fibrina e proteine denaturate e lo si ritrova più spesso nelle lesioni a spessore parziale.

Perchè Acticoat a volte provoca delle discromie in sede di lesione?

Dopo l'applicazione di Acticoat sul letto di lesione si può talvolta osservare una variazione del colore (discromia) o il permanere di particelle di argento. Si tratta di eventi temporanei, legati all'ossidazione dell'argento, che scompaiono nel giro di 2, massimo 14 giorni e non causano dolore al paziente. Anche la cute perilesionale, se viene posta a contatto con Acticoat, può mostrare una leggera colorazione marrone, gialla o nera. Anche questo è un fenomeno normale e transitorio, che non rappresenta un problema per il clinico e per il paziente. La nota può causare una decolorazione/discromia temporanea è riportata nel foglietto illustrativo inserito nella confezione di vendita.

Perchè l'applicazione di Acticoat causa una sensazione di leggero bruciore in alcuni pazienti?

Alcuni pazienti hanno riportato una sensazione di bruciore dopo l'applicazione di Acticoat. Questa sensazione di bruciore è solitamente transitoria e scompare dopo 10-20 minuti dall' applicazione: pazienti con ustioni a spessore parziale che hanno avuto esperienze di bruciore con Acticoat hanno manifestato questa stessa sensazione con altri trattamenti usati per il trattamento delle loro lesioni. L'eventuale bruciore può essere ridotto inumidendo la medicazione e lasciando drenare per 2-3 minuti l'eccesso d'acqua su una garza. Se dopo questi interventi il paziente continua a lamentare bruciore, potrebbe trattarsi di una ipersensibilità all'argento e si raccomanda di interrompere l'uso di Acticoat.

Acticoat può essere usato contemporaneamente agli elettrostimolatori ?

L'argento contenuto in Acticoat, essendo l'Ag+ un buon conduttore di elettricità, potrebbe interferire o intensificare la corrente elettrica. La nostra raccomandazione è di rimuovere Acticoat ed irrigare la lesione con acqua sterile prima di sottoporre il paziente a terapie di elettrostimolazione.

Acticoat può essere usato come medicazione post-operatoria o per lesioni acute, come ad esempio le incisioni sternali?

Acticoat può avere e gioca un ruolo importante nella prevenzione delle infezioni nelle ferite acute post-operatorie. E' stato usato a scopo profilattico nella prevenzione delle infezioni post-operatorie in pazienti ad alto rischio, che potrebbero essere esposti a microorganismi patogeni durante l'intervento chirurgico. Per questo tipo di pazienti, la prevenzione delle infezioni è un requisito indispensabile per la guarigione della ferita. Inoltre, è riconosciuto che le lesioni aperte, anche se non clinicamente infette, possono essere criticamente colonizzate, il che può impedire la guarigione. Acticoat è proposto come barriera alla penetrazione batterica e per la gestione anche delle lesioni non infette, ma criticamente colonizzate.

Riferimenti bibliografici >

 

TM SILCRYST è un marchio della NUCRYST Pharmaceuticals Corp, usato su licenza.

 

Contattaci

Per saperne di più su ACTICOATACTICOAT Flex 

Contattaci