Global

‡ In these countries please contact our distributor

Ulcere neuropatiche del Piede nel Diabetico

Introduzione

Osservazioni:  
Il fattore più importante legato allo sviluppo delle ulcere nel piede diabetico è la neuropatia moto-sensoriale periferica, con la conseguente perdita della sensibilità propriocettiva. All'ulcerazione contribuiscono altri fattori legati alla deformazione della struttura del piede, come la formazione del dito ad artiglio con la conseguente comparsa della prominenza della testa metatarsale. Il piede del paziente diabetico deve essere sottoposto a regolari controlli atti a verificare l'effettivo stato della circolazione sanguigna (altro fattore scatenante la comparsa di lesioni ulcerative). Il percorso educativo e assistenziale dovrà mirare al monitoraggio di segni quali: callosità, eruzioni, gonfiore, variazioni nella colorazione della cute, vesciche o scarificazioni cutanee, in particolare negli spazi interdigitali. È importante altresì verificare l'assenza di infezione e\o gangrena. Per la valutazione del danno della sensibilità superficiale vanno eseguiti dei test utilizzando il monofilamento retrattile.

Obiettivo del trattamento: 

Premesso che il trattamento “gold standard” nel caso delle lesioni neuropatiche sia quello di garantire lo scarico pressorio, ogni azione intrapresa a livello locale dovrà stimolare e favorire il processo di guarigione della ferita al fine di promuovere la riparazione dello strato tessutale. La scelta delle medicazioni dipenderà dalla valutazione globale e dalle caratteristiche dell'ulcera. Le medicazioni non devono aumentare il rischio di infezione e dovrebbero permettere la pulizia autolitica dell'eventuale slough, la rimozione controllata delle callosità. In caso di applicazione sulla pianta del piede, la medicazione dovrebbe garantire l'assorbimento in condizioni pressorie ed evitare la formazione di aree di elevata pressione. L'osservanza delle corrette procedure di prevenzione e trattamento del piede diabetico può contribuire a ridurre il rischio di rimedi estremi, quali il ricorso all'amputazione.

FASI DEL TRATTAMENTO

  1. Pulire la ferita con soluzione fisiologica o con soluzioni detergenti disponibili in commercio (Remove* o Skin Prep*). Assicurarsi che la cute perilesionale sia pulita e asciutta.
  2. Procedere alle più adeguate tecniche di debridement e di wound bed preparation , in funzione delle caratteristiche dello specifico tipo di ferita (es. essudante, cavitaria o necrotica). Prima dell'applicazione della medicazione, effettuare il debridement di eventuali callosità sovrastanti o adiacenti.
  3. Selezionare la medicazione adeguata (ad esempio, Allevyn* o Jelonet*) in funzione dei livelli di essudato e della profondità della ferita.

In qualsiasi caso, oggetto di attenzione sarà il monitoraggio dell'infezione al fine di prevenire la comparsa e di gestirne le eventuali fasi (in caso di infezione applicare Acticoat*).

Risorse

Per ulteriori informazioni è possibile scaricare le risorse sotto elencate in formato PDF. Se desiderate ricevere la visita del nostro informatore di zona, selezionate l'apposito link sulla sinistra.

 

No.

Description

File Size

Download/Order

 1

Protocollo di medicazione per lesioni da pressione e del piede diabetico ESSUDANTI ED INFETTE

 140k

 Download