Global

‡ In these countries please contact our distributor

Il costo reale delle ferite

Grandma with Childe 

 Clicca qui per scaricare il booklet integrale "Il costo reale delle ferite" >>> (PDF - 1,13mb)


Le ulcere cutanee: l'epidemia silenziosa

Attualmente nella gestione di un ospedale medio, tra il 25% e il 40% dei posti letto sono occupati da pazienti con ferite. Nell’assistenza domiciliare, la gestione delle lesioni cutanee consuma oltre la metà di tutte le risorse.

I dati demografici sono parte del problema: infatti le ferite croniche sono strettamente correlate con l’età e nel mondo occidentale l’aspettativa media di vita ha raggiunto quasi gli 80 anni e sta ancora crescendo.

Inoltre, stati patologici quali il diabete presentano un’associazione sorprendentemente elevata con le lesioni cutanee. Gli interventi chirurgici, che aiutano così tanto a migliorare la vita dei pazienti, ovviamente producono ferite, e queste sono vulnerabili perchè, mediamente, il 4% si infetta.

Costi UmaniIl costo umano delle ferite

Il costo umano delle ferite si misura in dolore, disagio, imbarazzo, ansia, degenza ospedaliera prolungata, morbidità cronica o addirittura morte. La gran parte di questa sofferenza si può evitare.

  • Un’ulcera da pressione di IV stadio arriva fino all’osso, provoca molto dolore e può aumentare la degenza ospedaliera di tre mesi o anche più. Eppure, circa il 60-80% di tutte le ulcere da pressione compaiono in ospedale e quindi, sono evitabili.
  • L’infezione della ferita aumenta la quantità di essudato fino a livelli disagevoli, causando infiammazione, dolore e odore, e può portare ad ulteriori interventi chirurgici di detersione o escissione. Le moderne medicazioni e le tecniche di buona pratica clinica possono ridurre le infezioni nelle ferite che, attualmente, sono ad un livello elevato ed inaccettabile
  • Molto può essere fatto per prevenire le ulcere del piede diabetico, tuttavia l’incidenza annuale nei pazienti con diabete negli Stati Uniti continua a rimanere intorno al 2-3%. Gli studi mostrano che addirittura il 57% di questi pazienti andrà incontro al drastico ricorso all’amputazione.

Iceberg costiIl costo economico delle ferite 

Il costo economico delle ferite si misura letteralmente in miliardi di euro e gran parte di esso è “nascosto” – non compare in modo evidente nel costo dei materiali

  • Le stime attuali indicano che alle ferite è da imputarsi quasi il 4% dei costi totali del sistema sanitario, e che questa percentuale è in aumento.
  • Per il sistema la stessa ospedalizzazione è il costo maggiore nella gestione delle ferite
  • Il tempo del personale infermieristico è un altro fattore che incide molto di più del costo dei materiali. Questa è una risorsa importante che potrebbe essere impiegata in altri modi
  • La frequenza di sostituzione della medicazione incide enormemente sull’ impiego del personale infermieristico. Per questo la scelta della medicazione è di importanza fondamentale ed è una decisione che non dovrebbe essere presa solo in base al coso unitario.